Gruppo Dolomiti Energia e l’Associazione Tribù del Mondo insieme per la sostenibilità

Ridurre gli sprechi in un’ottica di economia circolare

 
Comunicato stampa - 4 Luglio 2019

Trento, 4 luglio 2019  - Gruppo Dolomiti Energia e l’Associazione Tribù del Mondo hanno sottoscritto un accordo finalizzato ad attivare una collaborazione per ridurre gli sprechi in un’ottica di economia circolare. In dettaglio, l’accordo prevede la cessione di computer portatili dismessi dall’azienda a causa di prestazioni tecnologiche non più adeguate ma comunque ancora funzionanti; questi computer invece di finire smaltiti potranno prolungare la loro vita presso Casa Marisa, un orfanotrofio nella Repubblica Democratica del Congo la cui gestione è sostenuta economicamente dall’Associazione, dove potrà così essere attivato un corso di informatica destinato ai ragazzi ospiti: acquisire competenze informatiche permetterà a questi ragazzi di avere una possibilità in più per entrare nel mondo del lavoro e rendersi in futuro autonomi. Questa collaborazione - nell’impegno quotidiano del Gruppo Dolomiti Energia - è una delle tante iniziative avviate per un uso più sostenibile delle risorse naturali. L’obiettivo del Gruppo in questo caso è quello di poter mettere a disposizione della collettività strumenti e competenze per stimolare e accompagnare il cambiamento da un modello di crescita lineare, caratterizzato da produzione-utilizzo-smaltimento a un modello economico circolare volto a ridurre gli sprechi, a promuovere il riuso e ad allungare la vita utile dei prodotti.
Questa partnership ha permesso di trovare punti di contatto tra due realtà molto diverse come possono essere un’azienda e un’Associazione di Promozione Sociale abilitando quella complementarietà e quei collegamenti che sono alla base dell’idea di economia circolare.  Lo studio e lo sviluppo da parte del Gruppo Dolomiti Energia di iniziative per uno sviluppo responsabile di lungo termine prosegue anche in altri ambiti: con l’incremento della produzione da fonti rinnovabili e pulite, come l’idroelettrico, il solare e l’eolico; con alleanze strategiche che puntano alla riduzione delle emissioni e all’efficienza nell’ambito della mobilità, con iniziative per il riciclo dei rifiuti e il risparmio di acqua.

Vai all'archivo delle news