Sintesi della procedura di selezione del personale

 
 

Le modalità di selezione del personale sono regolate da una specifica procedura gestionale “Risorse Umane” di seguito sintetizzata.
La procedura trova applicazione per le assunzioni di personale con contratto a tempo indeterminato, determinato, di somministrazione, con esclusione delle figure apicali in virtù della natura necessariamente fiduciaria che ne caratterizza le posizioni.
La procedura non si applica agli stages, ai tirocini formativi, di orientamento e/o ad altre tipologie di esperienze non finalizzate all’inserimento lavorativo nel Gruppo.
Il processo di selezione viene attivato in coerenza con il budget annuale delle assunzioni, predisposto sulla base delle informazioni raccolte presso le varie Funzioni aziendali, con indicazione chiara dei ruoli da inserire nel corso dell’anno. L’autorizzazione del budget è sottoposta al Consiglio di Amministrazione.
Per ogni necessità di personale, preventivamente autorizzata a budget, viene attivata dal Responsabile della Funzione di inserimento una specifica richiesta di nuovo personale in cui viene indicato il profilo aziendale di riferimento, i requisiti necessari per lo svolgimento delle mansioni da ricoprire, fra cui il grado di istruzione e le conoscenze teoriche o pratiche di riferimento, nonché l’eventuale esperienza già maturata nel ruolo.
A valle dell’autorizzazione a procedere viene individuata la fonte di selezione da attivare.
La ricerca di personale, rivolta a candidati esterni, può avvenire attraverso canali di reclutamento quali, in primis, il sito internet del Gruppo, società di somministrazione, centri per l’impiego. Il Gruppo si riserva la possibilità di ulteriore promozione attraverso inserzioni su giornali locali e/o mediante altre forme di comunicazione e/o pubblicazione che garantiscano la diffusione capillare dell’informativa salvaguardando il principio di pubblicità dell’offerta. Nel caso di assunzioni obbligatorie ai sensi della Legge 68/99 l’individuazione del personale da inserire avviene sia attraverso la selezione dei curricula vitae presenti nella banca dati aziendale, sia mediante le segnalazioni provenienti dai competenti Centri per l’impiego.
I criteri di selezione del personale prevedono il rispetto dei principi di oggettività, trasparenza e pari opportunità fra donne ed uomini ed il ricorso a metodi di imparzialità delle valutazioni. In ogni fase del processo di selezione è assicurata, inoltre, l’assenza di discriminazione per razza, lingua, religione, opinioni politiche e sindacali.
Le procedure di selezione, inoltre, devono ispirarsi a criteri di efficacia, di efficienza ed economicità dell’espletamento. Obiettivo finale è l’individuazione di una rosa di candidati in possesso di requisiti, di conoscenze ed attitudini più rispondenti al profilo definito per le singole posizioni da ricoprire.
Durante le fasi del processo di selezione è prevista la compresenza sia del Responsabile Risorse Umane che del Responsabile della Funzione richiedente, i quali valuteranno i canditati sulla base oltre che del possesso dei requisiti richiesti, anche delle evidenze sia in termini di capacità tecniche che comportamentali, emerse durante le varie fasi della selezione stessa.
Al termine della selezione è sempre data comunicazione scritta ad ogni candidato dell’esito della stessa.
Una volta effettuata la scelta del candidato da inserire in Azienda e stabilita la data di inizio del rapporto di lavoro, viene predisposto il contratto di assunzione, formalizzato in linea con le deleghe aziendali, e vengono attuate le diverse procedure burocratiche nei confronti degli Enti esterni preposti.